Consiglio di Stato, sentenza n. 4656 del 30/08/2012

Non vi è ragione di escludere da una gara la ditta che, nel rispetto delle disposizioni dettate dalla lex specialis di gara, abbia presentato una dichiarazione, generale ed onnicomprensiva, attestante l’inesistenza di tutte le cause di esclusione previste dall'art. 38, ed abbia così anche dichiarato di essere in regola con le norme sul lavoro dei disabili.

Consiglio di Stato, sentenza n.4651 del 29/08/2012

L’art. 1226 cod. civ. consente di sopperire all’incertezza sul quantum del danno, ma non sostituisce l’onere della parte di dare almeno un principio di prova, comunque, della sussistenza stessa del danno.

Consiglio di Stato, sentenza n.4603 del 27/08/2012

L’art. 87 co. 2 del D. Lgs. 163/06 ha inteso individuare una serie di caratteristiche tipiche dei contenuti delle offerte nei pubblici appalti - in particolare modo i punti a), b) e d) - che sono attinenti ad una verifica ex post della serietà di un’offerta e che devono quindi scandire l’analisi concreta delle voci che questa offerta compongono, per giungere a concludere se costi eccessivamente bassi possano invece rivelare un’offerta globalmente affidabile.

Consiglio di Stato, sentenza n.4622 del 28/08/2012

I costi relativi alla specifica attività d’impresa sono distinti da quelli derivanti da attività interferenti e vanno espressamente specificati, difettando in caso contrario l’offerta di un elemento essenziale ed ineludibile.

Consiglio di Stato, sentenza n.4607 del 27/08/2012

Se il disciplinare di gara prescrive in modo inequivoco come requisito di ammissione alla procedura concorrenziale il possesso di una determinata abilitazione tecnico-professionale in capo a ciascuna delle imprese raggruppate, l’assenza del richiesto titolo in capo anche ad una sola delle mandanti ha effetto ostativo alla partecipazione, o espulsivo se successivamente disposto dalla stazione appaltante, dell’intero raggruppamento, non potendosi fare prevalere in tal caso il principio del favor partecipationis.